Chiesa di San Vigilio

Chiesa di San Vigilio

La forma del trifoglio per una pianta originale

La cappella romanica di San Vigilio, chiamata anche di San Vigilio e Biagio, è una delle costruzioni sacre più antiche di tutta la Val Venosta. Si trova in mezzo ai frutteti di Morter, vicino a Laces, e può essere raggiunta dopo una breve e piacevole passeggiata, ancor più gradevole nella profumata primavera.
Chiesa di San Vigilio
Chiesa di San Vigilio
La pianta dell’edificio, a forma di trifoglio e con tre absidi, non trova altri riscontri in Tirolo e mostra somiglianze con le costruzioni bizantine. Un’iscrizione nel piedicroce, con soffitto in legno, indica il 29 settembre 1080 come data di consacrazione da parte del vescovo di Trento. Il fatto che il santo protettore della chiesetta sia Vigilio, martire e vescovo di Trento che in Val Venosta non godeva di particolare devozione, è un’ulteriore indicazione che l’edificio fosse un possedimento tridentino nella diocesi di Coira.

La cappella, con campanile a vela ad altezza del presbiterio, diverse finestre ad arco e portone ad arco ogivale con cornice in pietra e tondino, è adornata da una rappresentazione della crocifissione sulla facciata, risalente al 1400 circa. I pochi affreschi conservati all’interno sono stati restaurati e restituiti in ottima condizione.
Impressioni
Fai partecipare i tuoi amici ...
Condividi le storie sul tuo profilo e fai sapere ai tuoi amici quello che ti ha entusiasmato!