Cappella di Santo Stefano

Cappella di Santo Stefano

La Cappella Sistina dell’Alto Adige

La cappella reale di S. Stefano si erge su una cresta rocciosa all’entrata della Val Martello, nei pressi di Castel Montani di Sopra e non lontano da Castel Montani di Sotto. Degno di menzione è in particolare il primo dei due manieri, nel quale fu rinvenuto uno dei manoscritti originali della canzone dei Nibelunghi, risalente al 1323 ed oggi conservato nella Biblioteca di Stato di Berlino.
Cappella di Santo Stefano
Cappella di Santo Stefano
L’aspetto esterno poco appariscente della cappella reale rende ancora più sorprendente la scoperta dei suoi interni: le pareti sono infatti impreziosite da sfarzosi affreschi gotici, opera di maestri lombardi e risalenti al 1430 circa. Sulla parete a nord è rappresentato Stefano protomartire; nel presbiterio l’Adorazione dei Magi, gli Apostoli e gli Evangelisti; nell’arco di trionfo il martirio di Sant’Orsola e la crocifissione coi Santi. Il Ciclo della Passione, con i suoi colori vivaci, e il Giudizio universale sulla parete a sud e a ovest vennero invece realizzati nel 1487 circa da artisti svevi.

Curiosi sono i diversi graffiti realizzati dai religiosi in occasione delle loro visite e risalenti al XV e XVI secolo .

La cappella, raggiungibile tramite una breve passeggiata, può essere visitata previa prenotazione.
Impressioni
Fai partecipare i tuoi amici ...
Condividi le storie sul tuo profilo e fai sapere ai tuoi amici quello che ti ha entusiasmato!